sab 27 mar | Le Marin Perdu - evento online on demand

LE MARIN PERDU - registrazione del 12.12.2020

“Se un uomo ha perso un occhio o un braccio, sa che ha perso un occhio o un braccio; ma se ha perso se stesso, non può saperlo, perché non c’è nessuno a cui può chiederlo” Oliver Sachs, L’uomo che scambiò la sua moglie per un cappello
Registration is Closed
LE MARIN PERDU - registrazione del 12.12.2020

Time & Location

27 mar, 19:00 CET – 05 apr, 23:59 CEST
Le Marin Perdu - evento online on demand

About The Event

Registrazione della diretta streaming del 12.12.2020

IN CONTRODANZA 00 – Les fleures du corps

Poetic Punkers/Les choses qui font BOOM

Le Marin Perdu

di e con Natalia Vallebona e Faustino Blanchut

produzione italo francese

Vincitore del Bando ExPolis 2019

Anteprima Nazionale

Una ricerca artistica che indaga le possibilità di tradurre in percorso onirico un materiale scientifico e neurologico.

Ispirato a «L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello» di Oliver Sachs, Le Marin Perdu mette in scena un uomo che si ritrova bloccato nel presente, in un momento unico, senza prospettive di passato né di futuro.

“Se un uomo ha perso un occhio o un braccio, sa che ha perso un occhio o un braccio; ma se ha perso se stesso, non può saperlo, perché non c’è nessuno a cui può chiederlo” Oliver Sachs L’uomo che scambiò la sua moglie per un cappello

La pièce mette in scena il presente di un uomo perso, che fluttua tra i pezzi sparsi del puzzle della sua memoria. Questa introspezione espressa attraverso una “motricità dell’incongruenza”, lo conduce a sfiorare la sua propria diagnosi: « Moi j’ai perdu ma mé … Moi » (Io ho perso la mia me… Io).

Alternando momenti di lucidità ad altri di oblio, viaggia senza conoscere né la sua destinazione, né il punto di partenza. Nella battaglia della memoria, la ritirata non é possibile.

Alcuni ricordi si definiscono più di altri. Ritrova una donna che rappresenta un passato doloroso, é un ricordo sgranato e sfuocato, è un ricordo distorto. Tutta la scena si rimpicciolisce in una vertigine rocambolesca, metafora di un viaggio lontano e inafferrabile. L’amore impossibile perché consumato troppo presto, la caducità degli eventi, il timing della vita e degli incontri si colora così di una nota tragicomica, commovente e poetica.

Streaming In Controdanza 00 ideato e realizzato da Teatro della Contraddizione e MOWlab

regia streaming Fabio Brusadin supervisione Marco Maria Linzi, Maria Carpaneto immagini di Marco Maccaferri, Stefano Slocovich, Luca Vignali luci Micaela Brignone allestimento Sabrina Faroldi

infoline:diretta@teatrodellacontraddizione.it

Tickets
Price
Quantity
Total
  • Student
    $20
    +$0.50 Service fee
    $20
    +$0.50 Service fee
    0
    $0
  • Regular
    $25
    +$0.63 Service fee
    $25
    +$0.63 Service fee
    0
    $0
Total$0